Allenare calma, attenzione
e presenza mentale nel bambino

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su pinterest

 

Barbara e Massimo, nostri utenti da più di 2 anni, ci hanno inviato queste immagini a dimostrazione di come semplici abitudini quotidiane portino a risultati estremamente positivi in tutti i campi.

A sinistra, ecco il disegno del loro figlio Pietro di 3 anni confrontato, a destra, con un disegno tipico dei bambini della stessa età.

Pietro dimostra competenze cognitive (attenzione, percezione, memoria, ecc..) ed abilità prassiche (cioè di coordinamento motorio) di altissima qualità, ben superiori alla media.

Sono risultati “straordinari”?

Sono frutto di ore di esercizio?

Assolutamente no!

Queste qualità emergono naturalmente abituando il bambino ad agire con presenza mentale e precisione
Questo si può fare senza nessuna attività complicata ma, semplicemente, seguendo uno solo dei consigli montessoriani riportati in “Giocando Imparo a CONOSCERE”, e cioè quello di abituare il bambino a “fare le cose per bene”.

Ma in che senso “fare le cose per bene”? 

In quali ambiti? Per quali attività?

Maria Montessori ci insegna che le normali incombenze quotidiane, che lei stessa definisce “esercizi di vita vera“, sono un’ottima occasione per sviluppare calma, attenzione e precisione.

Ecco alcuni esempi di “esercizi di vita vera” in cui imparare a “fare le cose per bene”:

  • lavarsi mani e viso senza fare gocce sul pavimento;
  • vestirsi e svestirsi riponendo gli abiti con cura;
  • aprire e chiudere porte cassetti senza sbattere;
  • aiutare a preparare la tavola facendo attenzione che ci sia tutto quello che serve e che le cose siano ben allineate sul tavolo;
  • mangiare composti usando bene le posate e senza sporcare;
  • mettere in ordine i giochi dopo l’uso;
  • innaffiare i fiori nei vasi senza rovesciare;
  • muoversi con calma senza urtare persone e oggetti;
  • ecc…


Questo atteggiamento di cura, di precisione e di attenzione, e questo coinvolgimento nelle piccole incombenze quotidiane che caratterizzano la vita di ogni normale famiglia, oggi sembrano quasi “fuori moda” anzi, evitiamo ai nostri bambini qualsiasi minimo sforzo pensando che per loro sia qualcosa di faticoso o noioso.

SBAGLIATO!

Facendo questo togliamo la possibilità di confrontarsi con attività dallo straordinario valore educativo e li priviamo della soddisfazione e del piacere di un lavoro fatto con le proprie mani e che produce aspetti positivi anche per gli altri (come per esempio quando si prepara la tavola, si cura un fiore o si mette in ordine).

Attenzione, precisione, presenza mentale e calma sono qualità facilmente sviluppabili e sono inoltre altamentegeneralizzabili” e cioè, per definizione, facilmente trasferibili ad altri ambiti della vita (come è successo per il disegno di Pietro) diventando, a questo punto, un vero e proprio “stile cognitivo e comportamentale”.

SE HAI UN BAMBINO TRA 0 E 6 ANNI,
INIZIA OGGI QUESTO MERAVIGLIOSO PERCORSO
PER SVILUPPARE TUTTE LE SUE DOTI
IN ARMONIOSO EQUILIBRIO

Condividi questo articolo: 

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su pinterest

Ricevi per il tuo bambino "I COLORI"

Iscriviti alla nostra newsletter, subito in omaggio per te il gioco “I Colori” e la video-anteprima dei nostri corsi.