Testimonianza di Micol, educatrice professionale

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su pinterest

Ecco la (lunga ;-)) testimonianza di Micol, educatrice professionale,
sull’utilizzo delle tecniche di apprendimento di www.giocando-imparo.it

Michelangelo, il suo bimbo di 10 mesi, riconosce vocaboli in 5 lingue, molti colori, le quantità fino al 100.. e sa fare addizioni.

“.. Conosco il vostro sito qualche anno, ed essendo rimasta positivamente colpita dal materiale gratuito che mi avete spedito (ndr.:https://www.giocando-imparo.it/gratis/), mi ero ripromessa che, non appena avessi avuto un bimbo, avrei acquistato il vostro corso, e così è stato.
A giugno 2014 ho avuto il mio primo bellissimo ometto, Michelangelo, e al compimento del suo SESTO mese ho iniziato con il vostro corso.
Io SONO UNA EDUCATRICE PROFESSIONALE, laureata in scienze dell’educazione, ma nonostante ciò,  NON AVEVO MAI SENTITO PARLARE DELLA MAGGIOR PARTE DEI METODI CHE VOI AVETE STUDIATO… questo per confermarvi quanto poco si conoscono, o si vogliono far conoscere, queste tecniche educative…

Con Michelangelo ho iniziato contemporaneamente lettura e quantità, DOPO SOLO 3 GIORNI, riconosceva con sicurezza le parole mamma e papà e le quantità da zero a quattro. Sono rimasta davvero stupida nel vedere quanto per lui fosse facile e sopratutto quanto fosse interessato, considerando la sua età (6 mesi). Dopo qualche giorno ho iniziato anche con i colori in gruppi di 5, un vero successo anche con quelli.

Dopo tre mesi di lavoro, i nostri risultati sono davvero notevoli, riconosce i cartelli con le quantità fino a 100, fa addizioni, sottrazioni e moltiplicazione entro il 40.
Stiamo facendo le attività in ITALIANO, INGLESE, FRANCESE e SPAGNOLO, riconosce gli ideogrammi di una ventina di parole CINESE.  Ho associato ad ogni lingua un colore in modo che riesca maggiormente a distinguere le varie lingue, lo spagnolo è quello che gli piace meno, non ho ancora capito se non gli piacciono i suoni delle parole o se non gli piace la carta arancione sul quale sono stampate.

Sono davvero stupita dai suoi tempi di attenzione che si allungano notevolmente con il passare del tempo. Difficilmente facciamo più di due sessioni al giorno. Tutti i giorni ascoltiamo anche delle canzoni e delle brevi storielle in tutte le lingue che abbiamo deciso di provare ad insegnargli (io conosco abbastanza bene l’inglese e in po lo spagnolo, il papa è madrelingua francese e il cinese è invece una nuova avventura per tutti.) E quando abbiamo tempo leggiamo qualche libretto insieme.

Vi ringrazio infinitamente per avermi aperto un modo su questi metodi educativi grazie ai quali, sicuramente, il piccolo Michi, avrà una marcia in più.
Micol Mazzacurati e Michelangelo”

E TU, COSA ASPETTI?
NON PERDERE L’OCCASIONE DI SVILUPPARE
LE MERAVIGLIOSE DOTI DEL TUO BAMBINO

Condividi questo articolo: 

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su pinterest

Ricevi per il tuo bambino "I COLORI"

Iscriviti alla nostra newsletter, subito in omaggio per te il gioco “I Colori” e la video-anteprima dei nostri corsi.