Benvenuti alla seconda lezione del workshop:

“Dal CONO alla PIRAMIDE!”

Si stima che tra il 20% e il 30% dei bambini abbia difficoltà intellettive e di apprendimento.

E’ possibile prevenire gran parte di queste problematiche stimolando l’intelligenza nei primissimi anni di vita.

Lo si può fare anche senza nessuna attività specifica ma soltanto regolando consapevolmente l’ambiente in cui il bambino agisce.

Perché ciò sia possibile è però necessario ribaltare completamente le nostre convinzioni sulle loro effettive capacità e necessità!

Oggi parleremo del “Modello Shichida”, di stimoli ambientali, di “Zona di Sviluppo Prossimale“, di “Sfida ottimale“, dei “Moti interiori” Montessoriani e di “relazioni verticali”.

Il video dura circa 45 minuti, prenditi il tempo necessario per guardarlo con calma e attenzione!

Per noi le tue opinioni sono importanti!
Scrivici qui sotto (o via mail) le tue impressioni e le tue domande, risponderemo personalmente a ogni richiesta!

Cosa abbiamo imparato:

  • Molti problemi di apprendimento sono di tipo educativo: importanti funzioni cerebrali non sono stimolate nei tempi e nei modi opportuni (come succede, ad esempio, per la “cognizione di quantità”).
  • La metafora della PIRAMIDE (M. Shichida) permette di comprendere meglio qual è il periodo più importante della vita per lo sviluppo dell’intelligenza: TUTTO SI GIOCA NEI PRIMI 3-5 ANNI DI VITA!
  • E’ quindi nelle mani del genitore, più che della scuola, delle istituzioni o della società, la responsabilità di agire in modo che tutte le straordinarie potenzialità del bambino possano essere sviluppate. 
  • A prescindere dalle attività didattiche, fornire un ambiente e degli stimoli ordinati e coerenti (M. Montessori) è un ottimo metodo per aiutare il bambino a comprendere e organizzare il mondo… e la propria mente!
  • Il bambino può aumentare le proprie competenze giorno dopo giorno in modo piacevole e positivo semplicemente assegnandogli compiti entro la sua ZONA di SVILUPPO PROSSIMALE (L.S. Vygotskij).
  • Nella ZSP si attiva la “SFIDA OTTIMALE” che permette l’emersione di energie e risorse psicologiche positive (motivazione, autostima, soddisfazione di se, piacere per la scoperta…) ed evita frustrazione, ritiro dell’impegno, rabbia e risentimento (M. Csikszentmihalyi).
  • Spesso è sufficiente un ambiente ricco e ben organizzato per attivare i MOTI INTERIORI del bambino (M. Montessori). Rispettiamo i nostri figli quando li vediamo impegnati e assorti in una attività: il loro cervello sta imparando!
  • Favorire le RELAZIONI VERTICALI, cioè il contatto con persone di diversa età (e, per estensione, di diversa estrazione culturale) è un potente strumento per lo sviluppo dell’intelligenza sociale e per lo scambio di conoscenze.
Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco